News
 
Centro Studi 25 giugno 2019
Condividi:
Assunzione di giovani diplomati: l’agevolazione che non c’è
Approfondimento di Renzo La Costa, componente Centro Studi dell' Ancl di Bari
foto Assunzione di giovani diplomati: l’agevolazione che non c’è
E’ in dirittura d’arrivo al Senato la definitiva approvazione del cd. “decreto crescita” dopo il passaggio alla Camera dei Deputati.
In tale provvedimento vengono previste tra l’altro nuove “Misure per favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro”. Al fine di favorire e di potenziare l’apprendmento delle competenze professionali richieste dal mercato del lavoro e l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, a coloro che dispongono erogazioni liberali per un importo non inferiore, nell’arco di un anno, a 10.000 euro per la realizzazione, la riqualificazione e l’ammodernamento di laboratori professionalizzanti in favore di istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado con percorsi di istruzione tecnica o di istruzione professionale, anche a indirizzo agrario, e che assumono, a conclusione del loro ciclo scolastico, giovani diplomati presso le medesime istituzioni scolastiche con contratto di lavoro a
tempo indeterminato è riconosciuto un incentivo, sotto forma di parziale esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con
esclusione dei premi e dei contributi dovuti all’INAIL, per un periodo massimo di dodici mesi decorrenti dalla data di assunzione.
 
Condividi:
solcom logo